Essere parte della natura lontano dalla frenesia

Essere parte della natura lontano dalla frenesia

Essere liberi, senza tempo accolti da un mondo perfetto

E’ la mia cura all’umanità, la mia salvezza, la mia migliore amica


Michael Bolognini – Piena Fiume Ticino 2018

Il mio tempo è prezioso, è uno spazio vuoto da colmare 

Fin da quando ero piccolo il caos del mondo mi disturbava e il mio essere me stesso disturbava il mondo intorno a me, sono nato Aspergher ma non l’ho mai saputo ed è per questo che la visione di ogni cosa mi ha spinto verso l’unica cura ad ogni mio male, la natura. Casa, amica, maestra e fonte di libertà, perchè essa era capace di accogliermi per ciò che ero senza essere escluso, allontanato.

Della natura non ho mai avuto paura è come se mi prendesse per mano mostrandomi ogni volta un mondo nuovo, perfetto, un esempio per ogni cosa, così mi ha insegnato ciò che so e così mi ha salvato la vita fermando il mio pensiero in quei giorni dove ho pensato di terminare il mio tempo, si perchè nella natura non c’è il tempo, c’è una luce ad indicarti cosa osservare e quando farlo. Ogni suono, ogni odore può essere percepito da lontano ad occhi chiusi e tenendoli chiusi puoi imparare ad osservare il mondo attorno a te e dentro di te.

E’ in essa che mi rifugio, da piccolo mi permetteva di sognare luoghi inesplorati, calpestando a piedi nudi sentieri veri di nuda terra, oggi ho vissuto questi grandi sogni ma come un tempo quando ne ho bisogno torno nel suo regno, un bosco, un fiume, basta che sia lontano dal cemento e dal caos. Mi immergo nelle sue acque fredde sentendo il mio corpo adattarsi e senza alcun fastidio creare un legame, ne parlo senza vergogna perchè ciò che scrivo non è fantasia ma una reale e tangibile verità per me.

In questi luoghi dove sei parte e non dove sei una parte il tempo scompare, tutto è governato da leggi perfette, ogni cosa esiste perchè può ricevere e dare vivendo grazie ad uno scopo prezioso.

La mia mente non è capace di spegnersi tranne quando appoggio delicatamente la mia fronte contro un albero percependo dentro me la sua vita, disconnettendomi dalla mia ed entrando a far parte di qualche cosa di più grande di me.

Io non conosco il mio futuro, vivo un cammino deciso dal mio istinto, senza un obiettivo scelgo giorno dopo giorno di vivere scoprendo un mondo nuovo .


Non avere timore di essere te stesso, ogni tuo difetto è un pregio nel renderti unico, ed è dentro di te il coraggio nel risvegliare ogni tuo talento assopito. Vivrai una grande scoperta quando compirai il primo passo verso il tuo vero destino,


Lascia un commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti